News views +267

I premi del cinema italiano: un anno di Vision Distribution

A poco più di un anno dalla nascita, sono tanti i riconoscimenti conseguiti da Vision Distribution che in soli dieci mesi ha già distribuito dodici film di cui dieci italiani e portato al cinema l’Evento Speciale Gomorra - La serie

Quattro candidature ai David di Donatello: Migliori effetti digitali per Monolith di Ivan Silvestrini, Miglior attore protagonista per Antonio Albanese, Migliore attrice protagonista per Paola Cortellesi e Migliore attrice non protagonista per Sonia Bergamasco, tutti straordinari interpreti in Come un gatto in tangenziale di Riccardo Milani. 

Ancora quattro le candidature ottenute ai Globi d’oro 2018: Come un gatto in tangenziale di Riccardo Milani e Sono Tornato di Luca Miniero per la categoria Miglior Commedia, Paola Cortellesi come Migliore Attrice e Massimo Popolizio come Miglior Attore
Il premio, assegnato dai giornalisti della stampa estera, ha già i primi destinatari: Gianni Amelio riceverà il riconoscimento alla Carriera mentre il Gran Premio della Stampa Estera andrà a L'esodo di Ciro Formisano. Menzione speciale per il cortometraggio Numeruomini di Gianfranco Ferraro. Tutti gli altri vincitori saranno annunciati il 13 giugno durante la cerimonia di premiazione che si terrà a Villa Medici a Roma.

È stata poi la volta dei Nastri d’Argento, il riconoscimento assegnato dal Sindacato nazionale giornalisti cinematografici italiani. Nastro alla Carriera per Gigi Proietti, protagonista de Il Premio di Alessandro Gassmann e Premio Speciale Biraghi a Guglielmo Poggi, interprete de Il tuttofare di Valerio Attanasio, come Miglior Attore Esordiente.

Altre tredici nomination totalizzate da Vision Distribution: Valerio Attanasio (Il tuttofare) per il Miglior regista esordiente, Come un gatto in tangenziale (regia di Riccardo Milani) per la Migliore Commedia, Io c’è, scritto da Alessandro Aronadio, Renato Sannio, ed Edoardo Leo per il Miglior Soggetto, Stefano Fresi (Nove Lune e Mezza) per Miglior Attore non Protagonista, Anna Foglietta (Il Premio) per Migliore Attrice non Protagonista, Antonio Albanese (Come un gatto in tangenziale), Sergio Castellitto (Il tuttofare) ed Edoardo Leo (Io c’è) per Migliore Attore Commedia, Paola Cortellesi e Sonia Bergamasco (Come un gatto in tangenziale) per Migliore Attrice Commedia.
Per la Migliore Canzone Originale, “Sconnessi”, scritta da Carolina Rey, Marco Canigiula, Francesco Sponta, Marco Di Martino e Cristiano Turrini e interpretata da Carolina Rey, “Ho cambiato i piani” da Nove Lune e Mezza, scritta da Niccolò Agliardi ed Edwyn Roberts e interpretata da Arisa e “Proof” da Il Premio, di Maurizio Filardo & Wrongonyou e interpretata da Matilda De Angelis. 

Infine i Ciak d’oro. Per le categorie tecniche, in competizione Nove Lune e Mezza di Michela Andreozzi, La Casa di Famiglia di Augusto Fornari e Il Tuttofare di Valerio Attanasio per la Migliore opera prima, mentre Come un gatto in tangenziale raccoglie le candidature di Alberto Moretti per i Migliori Costumi, Furio Andreotti, Giulia Calenda, Paola Cortellesi e Riccardo Milani per la Miglior sceneggiatura e Sonia Bergamasco per la categoria Migliore attrice non protagonista. I Ciak d’oro assegnati dai lettori per Miglior Film, Miglior Attore protagonista e Migliore Attrice protagonista vedono invece tutti i nostri titoli in gara. Tutti i vincitori saranno annunciati il prossimo 7 giugno. 

Lascia un commento