Berlinale 2019

Ottima accoglienza per La Paranza dei bambini.

Quest’anno il cinema italiano a Berlino ha il volto di 9 adolescenti, alla loro prima esperienza cinematografica.

I 9 quindicenni protagonisti de La Paranza dei bambini, film di Claudio Giovannesi tratto dall’omonimo libro di Roberto Saviano e unico film italiano in concorso alla 69esima edizione del Festival di Berlino, hanno portato sorrisi e vivacità sul red carpet e in sala stampa. La loro energia corre in tutto il film. Il Telegraph alla fine della proiezione ha infatti twittato su Piranhas, titolo internazionale della pellicola: “In una selezione che dorme finalmente un film vivo”.

Ragazzi che si affermano in un mondo adulto dunque, un po’ come nel film, ma stavolta con la loro freschezza.

I giovani raccontati da Giovannesi hanno volti innocenti e nomi innocui (Biscottino, Lollipop, Tyson, O’Russ e Briatò) eppure la loro è una scelta criminale. Inseguono i sogni di molti adolescenti, i soldi, gli abiti firmati, il motorino più veloce, ma scelgono la strada sbagliata per raggiungerli. Una strada che costerà loro un prezzo altissimo. “La perdita dell’innocenza – dice Giovannesi, già regista di film con protagonisti adolescenti come Alì ha gli occhi azzurri e Fiore – è quello che abbiamo voluto raccontare”.

La ferocia e l’ambizione che vincono sulla purezza, con uno sguardo che non indugia però sulla violenza. Questa dunque la cifra di quello che nelle parole di Nicola Maccanico, AD di Vision Distribution, è “Un film contemporaneo ed emozionante, capace di interpretare con realismo una deriva del nostro tempo”.

I giovani protagonisti, scelti fra le strade di Napoli dopo oltre 4000 provini a ragazzi tra i 14 e i 18 anni, hanno raccontato l’emozione dell’esperienza sul set e la voglia di mostrare ai coetanei che la criminalità è la scelta sbagliata. “Questo film non vuole raccontare Napoli attraverso il mondo ma il mondo attraverso Napoli” sono state le parole di Saviano. La Paranza dei Bambini ha riscosso un notevole interesse sul palcoscenico della distribuzione internazionale: il titolo infatti sarà proiettato in altre venti nazioni, tra cui Francia, Spagna, Germania, India, Turchia, Corea e Messico.

La grande attesa per il film italiano in concorso si è sciolta, dopo la proiezione in sala, in un lungo applauso da parte del pubblico e della stampa internazionale.

In attesa del verdetto del Festival di Berlino che arriverà sabato 16 febbraio La Paranza dei bambini, prodotto da Palomar con Vision Distribution, è arrivato nelle sale italiane con Vision Distribution.

Noi e i ragazzi incrociamo le dita!

ARTICOLI CORRELATI

NEWS

Cetto c’è: al via le riprese del nuovo ...

Il ritorno di Cetto La Qualunque.

Vai all'articolo

David di Donatello 2019

Tutti i vincitori

Vai all'articolo

Stanley Kubrick: a 20 anni dalla sua scomparsa

Vai all'articolo