Codice etico

Premessa
Vision Distribution è una Società appartenente al gruppo Sky Plc.
Vision Distribution ha ritenuto di formalizzare nell’ambito del presente Codice Etico un insieme di principi etici e di condotta da diffondere, sia all’interno sia all’esterno della Società, nei rapporti con i terzi.
In particolare, Vision Distribution ritiene che l’adozione di un Codice Etico, che enunci in modo chiaro e trasparente i principi etici e di condotta, cui la Società si ispira, sia di primaria importanza al fine di garantire affidabilità e integrità, fattori che concorrono al successo e sviluppo – attuale e futuro – della Società stessa.


1. Guida al Codice Etico


1.1 Finalità, applicazione e Destinatari
Il Codice Etico ha la finalità di comunicare i principi in cui Vision Distribution crede e si riconosce.
Il Codice Etico si inserisce nel sistema di regole da osservare e costituisce parte integrante del Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo adottato dalla Società ai sensi del d.lgs. 231/2001.
I principi etici e di condotta contenuti nel presente Codice sono vincolanti per tutti i soggetti che ricoprono in Vision Distribution funzioni di rappresentanza, amministrazione o direzione, per tutti i dipendenti senza eccezione alcuna, per i collaboratori e per chiunque intrattenga rapporti d’affari con Vision Distribution (di seguito il/i “Destinatario/i”).
I Destinatari devono conoscere i contenuti del Codice Etico e sono chiamati tutti a contribuire attivamente alla loro osservanza. A tal fine, il presente Codice Etico sarà adeguatamente portato a conoscenza di tutti i Destinatari.

1.2 Obblighi dei Destinatari
Ogni azione, operazione, negoziazione e, più in generale, qualsiasi attività posta in essere dai Destinatari deve essere svolta nel pieno rispetto delle disposizioni del presente Codice Etico.
In particolare, i Destinatari sono tenuti a:

  • rispettare scrupolosamente le disposizioni del Codice, astenendosi da ogni comportamento ad esse contrario;
  • segnalare al proprio superiore o, se ritenuto più opportuno, al CEO ovvero tramite i canali confidenziali esistenti, anche in forma anonima, qualsiasi possibile e/o presunta violazione del Codice verificatasi in ambito aziendale;
  • offrire la massima collaborazione nell’accertamento delle possibili e/o presunte violazioni del presente Codice Etico.

Con particolare riguardo alle modalità di segnalazione di tali possibili e/o presunte violazioni del Codice Etico, la Società ha previsto e reso accessibili, anche con modalità informatiche, strumenti e canali di comunicazione idonei a garantire la riservatezza del segnalante.
La Società vieta atti di ritorsione o discriminatori, diretti o indiretti, nei confronti del segnalante; la medesima tutela viene garantita al segnalato.

1.3 Osservanza e disposizioni sanzionatorie
In caso di violazione delle disposizioni del Codice Etico da parte dei dipendenti di Vision Distribution, la Società applicherà, con coerenza, imparzialità ed uniformità, sanzioni proporzionate alle violazioni e, in ogni caso, in conformità alle disposizioni di legge.
L’osservanza delle disposizioni del presente Codice Etico deve considerarsi parte essenziale delle obbligazioni contrattuali dei dipendenti di Vision Distribution ai sensi e per gli effetti dell’art. 2104 cod. civ. e seguenti.
La violazione delle disposizioni del Codice Etico potrà costituire inadempimento delle obbligazioni del rapporto di lavoro e/o illecito disciplinare, in conformità alle procedure previste dall’art. 7 dello Statuto dei Lavoratori, con ogni conseguenza di legge, anche con riguardo alla conservazione del rapporto di lavoro e all’eventuale risarcimento dei danni.
Inoltre, il rispetto dei principi del presente Codice Etico rappresenta parte essenziale delle obbligazioni contrattuali assunte dai collaboratori.
La violazione del Codice Etico da parte di terzi potrà costituire inadempimento delle obbligazioni dagli stessi assunte, con ogni conseguenza di legge anche con riguardo alla facoltà di Vision Distribution di risoluzione del contratto e all’eventuale risarcimento dei danni.

1.4. Interpretazione del Codice Etico
Vision Distribution, tramite le apposite funzioni aziendali e i propri Organismi di controllo:
i. contribuisce ad assicurare la corretta interpretazione delle disposizioni contenute nel Codice Etico. A tal fine, per richieste di chiarimenti, i Destinatari possono fare riferimento ai propri superiori ovvero ai responsabili della Direzione delle Risorse Umane o della Direzione Legale;
ii. verifica l’effettiva osservanza del Codice Etico;
iii. si fa carico degli eventuali futuri aggiornamenti ed implementazioni delle disposizioni del Codice Etico.

2. Principi etici generali
Nello svolgimento delle attività aziendali, Vision Distribution si ispira ai seguenti principi generali:

  • Legalità
  • Eguaglianza e imparzialità
  • Professionalità
  • Trasparenza, correttezza e affidabilità
  • Riservatezza
  • Sostenibilità

Legalità
Nelle attività lavorative e professionali svolte per Vision Distribution, i Destinatari operano nel pieno rispetto delle disposizioni legislative e regolamentari vigenti.

Eguaglianza ed imparzialità
Vision Distribution promuove i diritti dell’individuo e garantisce il rispetto dei principi di eguaglianza e imparzialità, valorizzando l’individualità, le attitudini, le capacità e le competenze della persona.

Professionalità
Tutte le attività di Vision Distribution devono essere condotte con il massimo impegno, diligenza e professionalità in uno spirito di rispetto e collaborazione reciproca.
I Destinatari sono chiamati a svolgere le attività di loro spettanza con un impegno adeguato alle responsabilità ad essi affidate, tutelando l’immagine e la reputazione di Vision Distribution.

Trasparenza, correttezza e affidabilità
Nello svolgimento delle attività lavorative e professionali, i comportamenti dei Destinatari si ispirano alla massima trasparenza e correttezza; i Destinatari sono altresì tenuti a fornire informazioni affidabili, ovvero veritiere, accurate e complete.

Riservatezza
Vision Distribution considera la riservatezza un principio ispiratore di ogni condotta. La Società assicura la riservatezza delle informazioni in suo possesso, astenendosi dall’utilizzare dati riservati, salvo il caso di espressa autorizzazione ed effettua il trattamento dei dati personali nel rispetto della legge sulla privacy.
I Destinatari devono astenersi dall’utilizzare informazioni proprietarie e riservate della Società o di terzi e non di dominio pubblico, delle quali siano venuti a conoscenza in ragione del loro ufficio e/o professione, per scopi personali e, comunque, non connessi con l’esercizio dell’attività lavorativa o professionale loro affidata; i Destinatari sono responsabili della protezione delle suddette informazioni e nessuno di essi può impropriamente trarre vantaggi di alcun genere, diretti o indiretti, dall’utilizzo di informazioni riservate.
La comunicazione a terzi di dette informazioni deve avvenire esclusivamente da parte di soggetti autorizzati e, in ogni caso, in conformità alle disposizioni aziendali.
È proibito nella maggior parte delle legislazioni l’impiego di informazioni privilegiate per l’effettuazione di operazioni aventi ad oggetto titoli o strumenti finanziari quotati, nonché la comunicazione a terzi delle medesime informazioni o la divulgazione di notizie false idonee ad alterare il prezzo di strumenti finanziari quotati e non.
Vision Distribution è consapevole che tali condotte potrebbero pregiudicare, oltre che società terze con cui la Società intrattenga rapporti d’affari, anche entità quotate appartenenti al Gruppo.

Sostenibilità
Vision Distribution diffonde la cultura dell’agire in maniera responsabile e opera facendo in modo che il successo e la crescita dell’azienda non prescindano dall’attenzione all’impatto sull’ambiente, la comunità e le persone, per costruire un business che sia di successo e duraturo nel lungo periodo.
Vision Distribution si aspetta che i Destinatari, nella gestione delle attività lavorative e professionali, operino nel rispetto dei principi di sostenibilità sociale e ambientale contenuti nel presente Codice Etico.
 

3. Principi di condotta nei rapporti con le Persone

3.1 Valore della persona e valorizzazione delle risorse umane
Vision Distribution tutela il valore della persona da qualsiasi forma di discriminazione e molestia relativa a sesso, orientamento sessuale, età, etnia, lingua, religione, nazionalità, opinioni politiche e sindacali, diversa abilità ed ogni altra specifica caratteristica e condizione personale e sociale. Non sarà tollerata alcuna forma di discriminazione nei confronti di dipendenti, collaboratori o terzi.
Vision Distribution riconosce i valori fondamentali della dignità della persona umana e del rispetto delle diversità. Vision Distribution promuove il rispetto dei diritti umani, sostenendo inclusività e diversità nelle sue attività e sfere d’influenza.
La Società promuove la creazione di un ambiente di lavoro sereno e collaborativo, caratterizzato dalla correttezza dei comportamenti di tutti, favorendo la valorizzazione delle capacità e competenze dei propri dipendenti, nel rispetto della peculiarità individuali di ciascuno. Ogni persona di Vision Distribution deve contribuire a mantenere un clima di reciproco rispetto, agendo in coerenza con i principi contenuti nel presente Codice Etico.
Vision Distribution promuove una gestione dei rapporti e delle relazioni gerarchiche improntata sull’equità e correttezza, vietando ogni comportamento che possa essere ritenuto lesivo della dignità della persona.
Vision Distribution rifiuta qualsiasi forma di lavoro irregolare, condanna lo sfruttamento del lavoro minorile e condizioni di lavoro tali da comportare riduzione in schiavitù dei lavoratori.
La selezione e l’assunzione del personale avviene nel rigoroso rispetto di principi di trasparenza e attraverso criteri di valutazione dei requisiti di competenza e professionalità, di capacità e potenzialità individuale.
Al fine di valorizzare le capacità e le competenze dei propri dipendenti, Vision Distribution adotta criteri di merito e garantisce pari opportunità.

3.2 Salute e sicurezza nei luoghi di lavoro
Nell’ambito della propria attività, Vision Distribution persegue l’obiettivo di tutelare la salute e sicurezza dei Destinatari, adottando tutte le misure previste a tal fine dalla legge.
A tal proposito, Vision Distribution richiede, a ogni livello aziendale, la più rigorosa osservanza delle normative relative alla salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, anche al fine di contribuire a realizzare e mantenere un ambiente di lavoro sicuro, sano e produttivo.
In particolare, la gestione della salute e sicurezza in Vision Distribution è improntata sulla definizione e attuazione delle misure generali e specifiche di prevenzione e protezione volte a:

  • minimizzare i rischi, e di conseguenza ridurre incidenti, infortuni e malattie correlate al lavoro;
  • migliorare le condizioni di salute e sicurezza sul lavoro;
  • tutelare la salute e il benessere psico-fisico del personale di Vision Distribution;
  • formare e impartire adeguate istruzioni sulle tematiche relative alla salute e sicurezza nei luoghi di lavoro.

3.3 Tutela dell’ambiente
Vision Distribution, consapevole dell’esigenza di rispettare e salvaguardare l’ambiente, agisce per minimizzare gli impatti ambientali dei propri prodotti e servizi, favorendo la diffusione della cultura di attenzione all’ambiente.
Vision Distribution si impegna a dare il proprio contributo per la tutela dell’ambiente, sensibilizzando sul tema della salvaguardia del nostro pianeta e, in particolare, promuovendo comportamenti virtuosi e nuovi approcci organizzativi aziendali a più basso impatto ambientale.
 

4. Principi di condotta nei rapporti con i terzi
In tutte le relazioni di affari (comprese quelle con clienti, fornitori, Istituzioni e partner commerciali) Vision Distribution richiede ai Destinatari comportamenti onesti, corretti e conformi alle leggi e ai regolamenti.

4.1 Conflitto di interessi
Nella conduzione delle proprie attività, i Destinatari devono evitare situazioni di conflitto di interesse, intendendosi per conflitto di interesse il caso in cui il Destinatario persegua un interesse diverso dalla missione aziendale di Vision Distribution o compia attività che possano, comunque, interferire con la propria capacità di assumere decisioni nell’esclusivo interesse di Vision Distribution, ovvero si avvantaggi personalmente di opportunità d’affari della Società.
In ipotesi di conflitto di interesse, ferme restando le policy aziendali applicabili a specifiche categorie di Destinatari, questi informeranno senza indugio il proprio superiore, conformandosi alle decisioni che saranno assunte in proposito.

4.2 Tutela della concorrenza
Vision Distribution, consapevole che la libera concorrenza crea un ambiente che incoraggia le imprese ad operare in efficienza, ad investire in ricerca e sviluppo per la creazione di nuovo valore per i consumatori, aumentando così la scelta e la qualità dei beni e dei servizi offerti nel mercato, osserva le norme vigenti in materia di concorrenza e si astiene dal porre in essere e/o dall’incentivare comportamenti che possano costituire forme di concorrenza sleale.

4.3 Anticorruzione
Vision Distribution rifiuta e condanna qualsiasi forma di corruzione.
Per corruzione si intende l'offerta, la promessa, la corresponsione, direttamente o indirettamente, così come l'accettazione di denaro e/o altri vantaggi o utilità al fine di

(i) indurre il destinatario o qualsiasi altra persona ad agire, nello svolgimento delle proprie funzioni, in modo contrario ai propri doveri, oppure (ii) al fine di ricompensare il destinatario per aver agito in violazione dei propri doveri.

4.4. Rapporti con le Istituzioni, la Pubblica Amministrazione e le altre Autorità
Le relazioni con le Istituzioni, la Pubblica Amministrazione e le altre Autorità devono sempre ispirarsi all’osservanza delle disposizioni di legge applicabili, ai principi di trasparenza, onestà, correttezza e collaborazione e non possono in alcun modo compromettere l’integrità e la reputazione di Vision Distribution.
L’assunzione di impegni e la gestione di rapporti, di qualsiasi genere, con le Istituzioni e la Pubblica Amministrazione, sono riservati esclusivamente alle funzioni aziendali a ciò preposte e autorizzate.
Nei rapporti con le suddette terze parti pubbliche, italiane o straniere, non è consentito ai Destinatari di influenzare in alcun modo le decisioni e il giudizio delle stesse in maniera impropria e/o illecita.

4.5 Rapporti con i fornitori, consulenti e collaboratori
I rapporti che la Società gestisce con i terzi fornitori, consulenti, collaboratori sono basati sulla reciproca integrità, professionalità, correttezza e trasparenza.
Comportamenti incompatibili con il presente Codice Etico possono essere considerati grave inadempimento nell’esecuzione del contratto, motivo di lesione del rapporto fiduciario e giusta causa di risoluzione dei rapporti contrattuali.
4.6 Correttezza e trasparenza delle informazioni societarie
Ogni azione, operazione e transazione deve essere adeguatamente documentata e rappresentata in contabilità, in modo corretto, accurato, completo e tempestivo, in conformità alla legge e ai principi contabili applicabili. Il processo di decisione, autorizzazione e realizzazione di ogni operazione, nonché l’individuazione dei vari livelli di responsabilità deve essere sempre verificabile

 

5. Altri principi di condotta specifici
 

5.1 Proprietà Intellettuale
Tutti i Destinatari devono operare nel rispetto delle leggi sulla proprietà intellettuale ed industriale.
A tal fine Vision Distribution riconosce, rispetta e protegge ogni forma di proprietà intellettuale e industriale, condannando ogni possibile frode, abusiva duplicazione o riproduzione, contraffazione, usurpazione o alterazione di beni materiali e immateriali suscettibili di privativa derivante da un titolo di proprietà industriale o intellettuale proprio o di terzi.
I diritti di proprietà intellettuale e/o industriale sui beni suscettibili di tutela, eventualmente creati, sviluppati o realizzati nell’ambito dell’attività lavorativa appartengono alla Società, che conserva il diritto di utilizzarli nei modi e nelle forme che considererà più opportuni, fermo restando il diritto morale dell’autore degli stessi ad essere riconosciuto tale.
Ai Destinatari, è fatto divieto di:

  • utilizzare o mettere a disposizione del pubblico, senza averne diritto un’opera dell’ingegno protetta, o parte di essa, a qualsiasi scopo e qualsiasi forma;
  • utilizzare a qualsiasi titolo attrezzature, prodotti o componenti ovvero prestare servizi che abbiano lo scopo di eludere le misure tecnologiche volte alla protezione delle opere dell’ingegno;
  • utilizzare segreti aziendali altrui;
  • riprodurre abusivamente, imitare, manomettere marchi, segni distintivi, brevetti, disegni industriali o modelli di terzi;
  • fare uso, in ambito industriale e/o commerciale di marchi, segni distintivi, brevetti, disegni industriali o modelli contraffatti da soggetti terzi.